XVII EDIZIONE PREMIO PADRE PIO DA PIETRELCINA

XVII EDIZONE

PREMIO PADRE PIO DA PIETRELCINA

La XVIIa edizione del premio Padre Pio da Pietrelcina si è tenuta al «Palavetro», di Pietrelcina proprio difronte alla fraternità dei Padri Cappuccini. La manifestazione svoltasi, sabato 28 ottobre 2017 con inizio ore 18.00 con la Santa Messa nella chiesa del convento, dedicata alla Sacra Famiglia, celebrata dal guardiano P. Fortunato Grottola; ha avuto il suo epilogo alle 19,00 proprio nella accogliente struttura comunale.

La manifestazione, nata dall’iniziativa di P. Antonio Gambale, Gianni Mozzillo e Claudio Crovella, aveva l’intento di omaggiare Padre Pio, gigante di umanità e di santità. L’iniziativa vuole essere una sorta di incontro, dove persone conosciute, alla stregua di quelle meno conosciute, portano la loro esperienza di vita. Il premio che viene a loro consegnato al di là dei meriti a loro accertati, diventa una sorta di invito a far meglio fruttificare quei talenti per il bene comune. Un incontro tra coscienze nella semplicità. D’altro canto Padre Pio è stato l’uomo dell’incontro, come san Francesco d’Assisi, ed è andato incontro ai fratelli per donarsi agli altri. Ha avuto il dono dell’apertura, dell’accoglienza, della passione per il bene delle anime. Per Padre Pio ogni creatura era una creatura unica, originale, con una peculiare dignità che Dio gli aveva impressa e in ognuno vedeva il volto di Gesù da amare e da consolare.

L’evento è stato organizzato dall’Associazione Araldi di S. Padre Pio, con in testa il priore dr. Giovanni Pimpinella, il presidente Don Nicola Gagliarde e assistente P. Marciano Morra (cappuccino confratello di P. Pio), con il patrocinio del Comune di Pietrelcina e della Regione Campania. Ha collaborato alla realizzazione la locale Pro-loco. La serata è stata presentata da Simona Rolandi, giornalista e conduttrice, e dall’attore e presentatore Gabriele Blair. Il dono-premio raffigurato da un mezzo busto bronzeo del Padre realizzato dalla Fonderia Nolana Del Giudice, è stato offerto a:

Dr. Danilo Iervolino (presidente “Pegàso”  Università telematica)

Dr. Franco Buononato, Responsabile Redazione IL MATTINO di Benevento

D.ssa Matano Monica dirigente scolastica della provincia di Benevento.

M° Scipione Umberto (musicista e compositore di famose colonne sonore come Benvenuti al Sud, Benvenuti al Nord, Principe abusivo, si accettano miracoli, un boss in salotto e sotto una buona stella di Carlo Verdone)

Chiara Amirante, fondatrice di “Nuovi Orizzonti” centri di accoglienza, di formazione al volontariato, di ascolto, orientamento e prevenzione, famiglie aperte all’acco­glienza, con una particolare attenzione al recupero per tossicodipendenti, alcolisti, ragazze madri, bambini di strada, ragazze schiave della prostituzione, ex detenuti e ai nuovi disagi caratteristici del mondo giovanile odierno. Ha ritirato il premio Don Davide Banzato.

Consigliere Gerardo Capozza, Capo dell’Ufficio del Cerimoniale di Stato della Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidente Aurelio De Laurentiis,

Michele Plastino, giornalista sportivo

Emanuela Aureli, artista

Brig. Gen. Luigi lista (Pres. Collegio medico Legale  stato Maggiore della Difesa)

L’artista, la sportiva, la mamma Annalisa Minetti

I riconoscimenti sono andati al Gruppo Tamburi di Forenza “San Martino de pauperibus”

Palmina Iarace, resp. Gruppo di preghiera della parroc­chia di S. Maria del Lume, Pellaro – Reggio Calabria; Don Pietro De Salvo parrocchia S. Nicola di Bari – Nocara (CS); Don Antonio Dente, Parrocchia Cristo Re di Montefredane (AV); Gruppo di Preghiera S. Martino Valle Caudina (AV) Angioletto Gianfrate, Martina Franca. Antonio Del Sole e i suoi cuochi della solidarietà.

Un riconoscimento particolare è andato al comitato “Insieme per…” di Benevento. Genitori di bambini straordinariamente amabili, così si definiscono loro. Genitori di circa 250 ragazzi diversamente abili e bisognosi di cure, che si sono riuniti per riaffermare i diritti dei loro figli a ricevere le necessarie, se non indispensabili, terapie e a ribadire l’esigenza di “normalità” della vita dei loro ragazzi.

Un ringraziamento particolare va a chi ha collaborato a rendere tale evento un appuntamento straordinario: il colonnello Antonio Grilletto, il nostro addetto stampa, e Pasquale Turco con Capri Event, che ha portato nelle case il racconto del premio.

Si sono esibiti regalando emozioni il cantante Gico, l’artista Luca Pugliese, la soprano Tania Di Giorgio, accompagna al piano dal Mo Francesco Amici.

L’occasione è propizia per ribadire quanto diceva il Frate di Pietrelcina che: “la vera Palma della gloria è serbata solo a chi combatte da prode sino alla fine. Cominciamo, dunque, il nostro santo combattimento. Dio ci assisterà e ci coronerà di un eterno trionfo”.

Deo gratias

Comments (0)